Prime uscite

Siamo arrivati ieri mattina puntuali alle 5:15in mezzo ad un vento fortissimo che alzava la neve e ce la sparava dritta in viso.
Dopo aver scaricato le innumerevoli valigie, zaini, sacchetti e sacchettini, un simpatico tassista afghano ci ha portato nella nuova casa. Il simpatico afghano parlava poco inglese e così ho sfoderato subito le mie cinque parole di norvegese, sperando che fosse un'eccezione.
La casa è nuovissima, siamo i primi ad abitarci. Non si può vedere su Google maps perché nell'agosto 2010, quando sono state fatte le foto street view di Hammerfest, ancora non era stata costruita. Bellissimo avere tutto nuovo e funzionante! L'unico difetto è che l'arredamento è proprio basic e manca qualche armadio o scaffale. Per esempio non c'è nessuna libreria e nessun gancio per appendere asciughini e presine in cucina. In generale mi piace ma a volte mi assale lo sconforto perché penso che non riusciremo mai a mettere tutto a posto e che mancheranno dei mobili.
Oggi Amine è andato a lavoro e noi, approfittando del "sole" siamo andati a piedi in centro. Infatti il cielo sereno faceva sì che ci fosse una bella luce stile tramonto in montagna! La temperatura era bassina, intorno a -7, appena tirava un po' di vento faceva decisamente freddo.
Abbiamo girato qualche negozio, mangiato velocemente nel caffè dell'unico centro commerciale e poi siamo tornati a casa in autobus perché stava per arrivare il camion dei traslochi a scaricare tutte le nostre case. Alla fine sono riusciti a consegnare oggi anziché mercoledì! Così la casa bellina e nuova è completamente nel caos e piena di scatole!
Riguardo ad Hammerfest sospendo il giudizio, ho avuto sia impressioni positive che negative, oggi certamente più positive perché il panorama era eccezionale e bastava a far dimenticare isolamento, buio e 
solitudine. Le foto sono scattate tra le 11 e le 14, non dico bugie a dire che era uno spettacolo! 








Commenti

Post popolari in questo blog

Buon compleanno Hammerfest

I bambini del Finnmark

Siamo vivi!