Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2017

La vestizione

Immagine
La vestizione è un processo serio, da non sottovalutare. Può durare anche un'ora piena se tutta la famiglia deve uscire. E' un tempo da considerare se hai un appuntamento o se devi prendere l'autobus. Se decido di uscire tre volte in un giorno vuol dire che quasi tre ore le passerò a mettere e togliere indumenti. La vestizione non può essere lasciata al caso ed essere approssimativa, pena la riuscita dell'uscita. Come dicono i norvegesi "il cattivo tempo non esiste, esistono i cattivi vestiti".
Per gli adulti il processo è ovviamente più semplice: oltre a guanti, cappello e sciarpa o scaldacollo possono essere necessari i pantaloni impermeabili (leggeri) da indossare sopra ai jeans o leggins in caso di pioggia, neve o vento forti. In caso di escursione o uscita prolungata all'aperto tali pantaloni sono obbligatori ed obbligatorio è anche l'intimo di lana, calzini inclusi. Personalmente mi piace vestirmi di lana perché è morbida e comoda, inoltre diffic…

Mørketida er over

Immagine
Tra 8 minuti sorgerà il sole! 
Questo momento è atteso con trepidazione, come si dice qua "mørketida er over", il periodo buio è finito.
E no, il sole non lo vedremo perché è troppo basso sopra all'orizzonte e i rilievi lo coprono. Da Storfjellet e Tyven, le due "montagne" intorno ad Hammerfest si dovrebbe vedere, mentre dal centro bisogna aspettare febbraio. Dall'asilo di Mattia Leone si vedrà tra una settimana.
Ad Alta è già risorto da 5 giorni e ad Honningsvåg, vicino a Capo Nord, sorgerà domani ma solo per 32 minuti mentre qua già oggi per 57 minuti e già domani un'ora e mezzo. All'inizio le giornate allungano molto velocemente, anche 20 minuti da un giorno al successivo.


Fonte: www.timeanddate.com

Capodanno e Romjula

Immagine
Finalmente ho qualche minuto per raccontare come abbiamo passato il Capodanno. Premetto che la serata è stata organizzata all'ultimo, il 30, con vari cambi di programma nei giorni precedenti. Ovviamente volevamo passarlo con tutti i circa 15 (fortunati) colleghi di Eminem destinati a restare qua per le feste.
La prima idea era di affittare la stessa stanza che i colleghi avevano preso per Natale, bocciata Perchè già occupata; poi abbiamo pensato di chiedere in affitto la mensa del lavoro, poi di dividerci in due gruppi (case troppo piccole per 15 persone) e ritrovarsi a brindare sotto l'albero in centro a mezzanotte... poi l'unico collega norvegese ha trovato un hotel (con "ristorante") che ci avrebbe preso per cena ma a mezzanotte tutti via. Abbiamo optato per questa.  L'hotel è vicino al lago e sulla strada per il Turistua, il punto panoramico sopra Hammerfest, 5 minuti a piedi a detta del suddetto collega, 15-20 a reale passo italiano. Così potevamo anche …

E renna fu!

Immagine
Natale è già passato, non ho fatto gli auguri quasi a nessuno perché sono pigra e per la stessa ragione non ho aggiornato il blog. Sono sicura che tanti si chiedano cosa si mangia a Natale in Norvegia, pensando a tranci di salmone affumicato magari. Invece principalmente si mangia carne, maiale ad agnello in particolare, da nord a sud il salmone viene piuttosto ignorato.
Ma essendo all'estremo nord abbiamo deciso di buttarci sulla renna. Ma guai ad improvvisare troppo e rovinare il pranzo di Natale a Brunetto! Cosi il lunedì prima abbiamo provato a cucinarne un pezzo. Nella macelleria (l'unica) vicino a casa abbiamo comprato un pezzo di filetto congelato, fresco è impossibile da trovare e seguendo le indicazioni, rigorosamente in norvegese, del macellaio lo abbiamo cotto alla piastra stile bistecca. La carne è molto magra, risulta compatta e asciutta, un po' ferrosa, ma il sapore non è di selvaggina, assomiglia più al fegato. All'unanimità abbiamo deciso che "a sug…