Ci siamo quasi

Ecco cosa avevo scritto ieri sera, ma che non ho potuto pubblicare perché non c'era rete (nemmeno per chiamare).

L'entusiasmo di ieri oggi è stato placato da una giornata un po' così, difficile dal punto di vista genitoriale. Mattia Leone ha mugolato tutto il giorno e dato il peggio di sè a tavola. Ovvero non ha mangiato niente e a colazione ha pasticciato tutto, per esempio sbriciolando un uovo sodo su tavolo e sedia. Poi quando siamo scesi a Tromsø dal suo passeggino ha scelto chi lo dovesse spingere, la velocità a cui andare, ci mancava solo che ci dicesse dove andare. Al supermercato ha strillato perché ho preso tre chicchi d'uva dal cestino che aveva in mano... ha attaccato un paio di volte la sorella... e noi come al solito a scervellarci su cosa e come fare, senza arrivare a nessuna conclusione e anche litigando. 
La visita a Tromsø non ce la siamo goduta. 
La cosa più interessante è stata sicuramente Polaria, un museo acquario con pesci e animali artici. Ci è molto piaciuta la "cerimonia" di feeding delle foche: gli animali eseguono i vari tuffi e giravolte come indicato dagli operatori. Non è uno spettacolo da circo o acquario ma un modo per farle vivere bene, in salute sia fisica che psicologica, in cattività. 
A parte questo abbiamo percorso la via principale tutta addobbata con luci e cuori rossi. Il centro comprende qualche altra via limitrofa che però non abbiamo visto. La famosa cattedrale artica è sul lato opposto, collegato da un ponte all'isola centrale. Peccato non aver avuto una visione d'insieme della città, forse avremmo capito perché viene detta la Parigi del nord; a visitarla velocemente non trasmette proprio la magia parigina. 
Per chiudere in bellezza la giornata, la sfiga ha voluto che il famoso ristorante alla carta della nave, in cui abbiamo provato a cenare ben due volte, fosse completo e così abbiamo ripiegato su una pizza take away nella nostra cabina in più, ormai detta "cabina ristorante".
L'unica nota positiva è stata scoprire che pur non sorgendo il sole, il cielo può essere molto chiaro. Dalle 9 alle 12 a est c'era molta più luce di quanto ci aspettassimo, grazie anche al cielo sereno e alla neve e al mare che riflettono molto. Grande differenza con l'Ovest, dove il cielo era nettamente più scuro. Insomma non è completamente buio, ci sono comunque un po' di ore simili al tramonto o all'alba!
Tra poche ore arriveremo alla nostra destinazione, sono nervosa  e curiosa allo stesso tempo. Ci è stato confermato che la casa è completa, spero sia stata arredata decentemente. Ora ci aspettano un paio di ore di mare aperto che non dovrebbe essere tanto mosso e poi la crociera sarà finita :( speriamo che Hammerfest ci accolga bene, le previsioni danno vento abbastanza forte e poi neve da martedì mattina a venerdì. In bocca al lupo a noi!!



Commenti

Post popolari in questo blog

Buon compleanno Hammerfest

I bambini del Finnmark

Santa Lucia (e i lussekatter)