Sull'Hurtigruten

L'Hurtigruten ce lo aspettavamo più grosso, invece è come la nave che ci ha portato a Bergen da Stavanger, forse anche più piccolo. Dopo una passeggiata lungo il porto di Bryggen ci siamo imbarcati, sfiniti dalla stanchezza. Sorvolo sull'assegnazione delle cabine e delle carte d'imbarco, processo lungo e non scontato. Primo grande errore: abbiamo portato troppi bagagli, la cabina è piccola e non sappiamo dove mettere le valigie. Ne abbiamo subito appioppiata una ai miei ma la nostra cabina è comunque strabordante. La cena non ci ha soddisfatto, un buffet ricco ma di scarsa qualità :( Mattia Leone si è subito ambientato nell'area giochi ed anche in cabina ha inventato diversi passatempi... contribuendo al disordine! Domani verso le 8, sia di sera che di mattina, dovremmo navigare in mare aperto e ciò ci spaventa un po' perché le previsioni meteo non sono tanto buone.
Nonostante la stanchezza io, Amine e Sara siamo sul ponte più alto ad aspettare la partenza (in ritardo). Spero che i bambini dormano bene cullati dalle onde!

Commenti

Post popolari in questo blog

Buon compleanno Hammerfest

I bambini del Finnmark

Santa Lucia (e i lussekatter)